Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Passaporti

 

Passaporti
 
Il servizio di rilascio dei passaporti si effettua esclusivamente tramite prenotazione su “Prenota OnLine”. Si invita l'utenza a leggere attentamente le informazioni presenti in questa pagina prima di procedere alla prenotazione online.
 
Passaporto italiano scaduto o con una scadenza inferiore a 6 mesi rispetto al giorno della presentazione della domanda; Carta d’identità italiana  (per chi ne sia provvisto);

Carta d’identità italiana (per chi ne sia provvisto); Per chi non sia in possesso di uno dei documenti di cui sopra: Passaporto venezuelano o del proprio paese di origine in corso di validità oppure; Cédula d'identità venezuelana in corso di validità;
[SI RICORDA CHE I DOCUMENTI SOPRA ELENCATI DOVRANNO ESSERE ESIBITI IN ORIGINALE E COPIA]

 

RILASCIO DEI PASSAPORTI
Il passaporto è un documento di viaggio e riconoscimento. Il suo rilascio/estensione è di competenza dell’Ufficio Passaporti della Circoscrizione Consolare in cui il cittadino italiano è residente.
In realtà, per risiedere e viaggiare nei Paesi dell'Unione Europea è sufficiente la carta d'identità valida per l'espatrio, rilasciata dal Comune di iscrizione AIRE in Italia. E' tuttavia sempre consigliabile avere un passaporto oltre a una carta d'identità valida.
Per il rilascio del passaporto occorre presentarsi all’Ufficio Passaporti della Circoscrizione Consolare in cui il cittadino è residente con la seguente documentazione:

- formulario di richiesta del passaporto (Maggiorenni) firmato dall'interessato davanti al funzionario allo sportello;
- formulario di richiesta del passaporto (Minorenne)

- documento d'identità (originale e fotocopia);

- due foto recenti cm. 3.5 X 4 (uguali, frontali, a colori) su sfondo bianco;

- permesso di soggiorno o un giustificativo dell’effettivo domicilio nella Circoscrizione, originale e fotocopia;

- eventuale passaporto posseduto (scaduto o in scadenza).

- in presenza di figli minori, atto di assenso dell'altro coniuge (vedasi sezione Figli Minori).

In caso uno dei genitori si rifiuti di firmare l’atto di assenso per il rilascio del passaporto al figlio minorenne o all'altro coniuge.
Occorre che il genitore consenziente si presenti all’Ufficio Passaporti munito di una lettera sottoscritta nella quale spieghi i motivi per i quali l'altro genitore rifiuta di presentarsi congiuntamente a firmare l'atto di assenso. In tale lettera devono essere indicati: l'indirizzo completo ed eventuali numeri di telefono del genitore non consenziente.
Nel caso si riscontrasse che le motivazioni del dissenso non sono giustificate, il Console, con apposito decreto, può autorizzare d'ufficio il rilascio/estensione del passaporto al minorenne o all'altro genitore.
(N.B. Perché un italiano residente all’estero ottenga il passaporto, è necessario che sia iscritto all’A.I.R.E. di un Comune italiano).

Un cittadino italiano all’estero può richiedere il rilascio/estensione del passaporto presso una circoscrizione consolare in cui non è residente, ma in tal caso occorre attendere il "NULLA OSTA" dell'Ufficio (Questura o Consolato Italiano) competente per il territorio di residenza.

 

Costo del libretto passaporto

In base alla Legge 89 del 23 giugno 2014, per il rilascio del libretto passaporto si dovrà versare un unico contributo amministrativo di Euro 73,50 più il costo del libretto di Euro 42,50 (o controvalore in valuta locale) -  direttamente allo sportello che sostituisce a tutti gli effetti la tassa di concessione governativa applicata al momento del rilascio.

*** Il pagamento si deve fare: - preferibilmente con assegno circolare unicamente della banca B.O.D a nome del: CONSULADO DE ITALIA, Rif.: J308355275 o contanti con biglietti di alta definizione. (consultare la tabella dei diritti consolari). Il "Punto de Venta" per motivi tecnici e momentaneamente sospeso. NON si accettano pagamenti con carta di credito *** 

 

Minori di 18 anni.

Per i minori, dal 25 novembre 2009, è OBBLIGATORIO avere un passaporto individuale e non è più consentita la loro iscrizione sul passaporto dei genitori. Le iscrizioni effettuate prima dell’entrata in vigore delle nuove disposizioni rimangono valide fino alla scadenza del passaporto sul quale sono riportate.
La validità temporale del passaporto è differenziata in base all’età: tre anni per i minori da 0 a 3 anni, cinque anni per i minori da 3 a 18 anni.

N.B.: LA PRESENZA DEL MINORENNE E' OBBLIGATORIA PER IL RILASCIO DEL PASSAPORTO. 

 

Minori di anni 14

Documenti per viaggi all’estero di minori: passaporto/carta d’identità "Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano devono essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, devono essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, o di carta d’identità valida per l’espatrio.
Al fine di agevolare l’espatrio dei cittadini in questione e sventare il pericolo di espatri illegali degli stessi per conto di terzi, dal 2010 è prevista la possibilità di chiedere, agli Uffici competenti a rilasciare il documento, che i nomi dei genitori vengano riportati sul passaporto. Qualora tale indicazione non dovesse essere presente, prima di intraprendere il viaggio si consiglia di munirsi di un certificato di stato di famiglia o di estratto di nascita del minore da esibire in frontiera qualora le autorità lo richiedano.
Fino al compimento dei 14 anni i minori italiani possono espatriare a condizione che viaggino accompagnati da almeno un genitore o da chi ne fa le veci oppure che venga menzionato sul passaporto, o su una dichiarazione di accompagnamento rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione ai sensi dell’articolo 3, lettera a) della legge 21 novembre 1967, n. 1185, e vistata da un’autorità competente al rilascio (Questura in Italia, ufficio consolare all’estero), il nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto a cui i minori medesimi sono affidati.

Dal prossimo 4 giugno 2014 ed entrata in vigore la nuova disciplina riguardante la dichiarazione di accompagnamento, finalizzata a garantire una maggiore tutela del minore, a rendere più agevoli i controlli alle frontiere e a facilitare la presentazione della dichiarazione mediante l’utilizzo anche di modalità telematiche (mail, PEC, fax) . Si evidenziano di seguito le innovazioni principali:
- la dichiarazione di accompagnamento può riguardare un solo viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno) dal Paese di residenza del minore con destinazione determinata e non può eccedere, di norma, il termine massimo di sei mesi;
- gli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria possono indicare fino ad un massimo di due accompagnatori, che saranno tuttavia alternativi fra di loro;
- nel rendere la dichiarazione di accompagnamento, gli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria possono chiedere che i nominativi degli accompagnatori, la durata del viaggio e la destinazione siano stampati sul passaporto del minore o in alternativa che tali dati siano riportati in una separata attestazione, che verrà stampata dall’Ufficio competente;
- nel caso in cui il minore sia affidato ad un ente o ad una compagnia di trasporto, al fine di garantire la completezza e la leggibilità dei dati relativi al viaggio, è rilasciata unicamente l’attestazione. Si suggerisce, prima di acquistare il biglietto della compagnia di trasporto di verificare che la stessa accetti che il minore sia ad essa affidato."
Per il rilascio del passaporto in favore dei minori, i genitori o uno dei due devono presentarsi all’Ufficio Passaporti con la seguente documentazione:

- Apposita richiesta disponibile presso l’Ufficio e scaricabile da questo sito, firmata da entrambi o da uno di essi con atto di assenso dell’altro genitore (già inclusa nel modulo di richiesta), accompagnato dalla fotocopia di un suo documento d’identità italiano in corso di validità e comprensivo della pagina contenente la firma, se di cittadinanza U.E. (ed i certificati di nascita dei figli contenenti i nomi dei genitori, se già non in possesso di questo consolato);

I genitori/coniugi di cittadinanza non U.E. (es. marito/moglie solo venezolano/a) devono sottoscrivere l'atto di assenso dinanzi ad un Ufficiale Consolare o Agente consolare onorario (ed i certificati di nascita dei figli contenenti i nomi dei genitori, se già non in possesso di questo consolato).

- Due foto recenti cm. 3.5 X 4 (uguali, frontali e a colori) su sfondo bianco;

- Certificato di nascita, munito di traduzione ed apostille, nel caso il minore sia nato all’estero e la sua nascita non sia ancora stata registrata presso questo Consolato o altra rappresentanza all'estero (in questo ultimo caso occorre fornire prova dell'avvenuta trascrizione).


VALIDITÀ DEI PASSAPORTI

Secondo la nuova normativa, i passaporti rilasciati a partire dal 4 febbraio 2003 hanno una validità di dieci anni (e non più di cinque come avveniva prima) e non potranno essere rinnovati alla scadenza.

FURTO O SMARRIMENTO DEL PASSAPORTO (residenti all’estero in questa circoscrizione)

Occorre che il cittadino si presenti all’Ufficio Passaporti del Consolato con la seguente documentazione:

- denuncia di furto o smarrimento del passaporto effettuato presso la locale competente Autorità di Polizia;

- Formulario di richiesta di passaporto,
- 2 foto recenti cm. 3.5 X 4 (uguali, frontali, a colori) su sfondo bianco;

- Denuncia furto/smarrimento passaporto da effettuare presso questo Consolato;

- documento di riconoscimento valido con foto;

- permesso di soggiorno o un giustificativo dell’effettivo domicilio nella Circoscrizione.

FURTO O SMARRIMENTO DEL PASSAPORTO (non residenti all’estero o residenti in altra circoscrizione)

Qualora il cittadino italiano si trovi in una situazione di emergenza (ad esempio un turista in transito che deve partire tempestivamente e perde o viene derubato del proprio passaporto) e non si faccia in tempo a richiedere alla Questura o al Consolato che ha rilasciato il documento smarrito il NULLA OSTA all’emissione di un nuovo libretto, il Consolato rilascia un documento chiamato "Documento di Viaggio provvisorio (ETD)" con validità per il solo viaggio di rientro in Italia. Per ottenerlo, bisogna presentarsi in Consolato con la seguente documentazione:

- denuncia di furto o smarrimento del passaporto effettuato presso la locale competente Autorità di Polizia;

- Formulario di richiesta di passaporto,

- Denuncia furto/smarrimento passaporto da effettuare presso questo Consolato;

- 2 foto recenti cm. 3.5 X 4 (uguali, frontali, a colori) su sfondo bianco;

- biglietto aereo originale o elettronico, con la data di partenza confermata;

- un altro documento d'identità. (Se non in possesso di altro documento il Consolato dovrà prima verificare l'identità del cittadino attraverso accertamenti incrociati con le Autorità italiane).

Si precisa che nei giorni prefestivi e festivi il rilascio dell'ETD potrebbe essere precluso a causa della chiusura dell'ufficio consolare e differito - tranne che in situazioni di comprovata emergenza - al primo giorno lavorativo utile.

Si informa anche che la rete consolare onoraria non è abilitata al rilascio degli ETD, ma si limitano alla trasmissione delle domande di rilascio all'Ufficio consolare ed eventualmente alla consegna del documento al richiedente, con spese a carico di quest'ultimo.

 

SISTEMA ELETTRONICO OBBLIGATORIO DI REGISTRAZIONE PER VISITATORI SENZA VISTO (ESTA) per ingresso negli Stati Uniti d'America

Per i titolari di passaporto elettronico o con foto digitale, non è prevista l'obbligatorietà di munirsi di visto per l'ingresso negli Stati Uniti, potendo beneficiare del Visa Waiver Program. La U.S. Customs and Border Protection (CBP) informa che - a partire dall’8 settembre 2010 - i viaggiatori dei Paesi aderenti al Visa Waiver Program (WVP) dovranno pagare l’importo di $ 14 all’atto della richiesta dell’autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization).
Tale pagamento dovrà essere effettuato tramite carta di credito al momento della richiesta sul sito https://esta.cbp.dhs.gov.
Attualmente, il sistema ESTA accetta soltanto le seguenti carte di credito: Mastercard, Visa, American Express e Discover. Il sistema potrà finalizzare le richieste solo quando tutte le informazioni relative al pagamento on-line saranno state ricevute.
Si ricorda che ESTA è un’autorizzazione elettronica che i cittadini dei Paesi aderenti al Visa Waiver Program devono ottenere prima di imbarcarsi su un vettore aereo o marittimo diretto negli Stati Uniti. L’autorizzazione ESTA è obbligatoria dal 12 gennaio 2009 ed ha durata di due anni, o fino a scadenza del passaporto.
Si precisa che le autorizzazioni ESTA approvate prima dell’8 settembre 2010 rimarranno valide fino alla data della loro scadenza e che la loro modifica rimane gratuita. Al contrario, al rinnovo del passaporto, i viaggiatori dovranno effettuare una nuova registrazione ESTA soggetta al pagamento di $ 14.
Il Visa Waiver Program è gestito dal Department of Homeland Security (DHS) e consente di viaggiare senza visto ai cittadini di 36 Paesi aderenti che si recano negli Stati Uniti d’America per motivi di turismo o affari per un soggiorno massimo di 90 giorni.
Per maggiori informazioni è possibile consultare i siti www.cbp.gov/ESTA e http://italian.italy.usembassy.gov/visti/esta.html.

Si consiglia in ogni caso di consultare il sito della missione diplomatica degli Stati Uniti e comunque il sito di qualsiasi paese straniero dove ci si voglia recare PRIMA di iniziare il viaggio.


27